FEDERBALNEARI SARDEGNA OTTIENE L’ALLINEAMENTO DELLE CONCESSIONI DI LA MADDALENA

Le famiglie Maddalenine possono lavorare tranquillamente ora. Dichiara il segretario di Federbalneari Sardegna, è un risultato storico esser riusciti a risolvere il problema gravissimo che costringeva il 90% delle famiglie isolane ad andare incomprensibilmente a bando ogni anno, col rischio di perdere tutto in una situazione così grave.

Questo risultato è stato possibile grazie alla forte collaborazione col sindaco amico Fabio Lai, il Dirigente della Provincia Olbia Tempio Pasquale Russo, il Dirigente del Demanio Arrica e al Assessore agli Enti locali Ras Quirico Sanna. Il tutto avviene paradossalmente in un momento in cui la politica, quella che “predica bene e razzola male”, cerca di dare ancora una volta le colpe di un ritardo nel rilascio dei titoli concessori alla Regione, quella Regione che ha di fatto evitato di mandare a bando le famiglie sarde.

Non è scandaloso che certa politica provi a fare sciacallaggio su una questione seria, lo è il fatto che quella stessa area politica si sia da sempre opposta al ritiro deleghe, da noi richiesto e portato a compimento dalla Regione.

A dare forza poi a questa opposizione alla salvezza delle famiglie sarde, ci hanno pensato alcuni sindaci della medesima area politica contraria al ritiro deleghe, non fornendo ancora i faldoni delle concessioni alla RAS. A riprova di questa azione politica di sciacallaggio, c’è una lettera di sollecitazione a restituire i faldoni delle concessioni ad alcuni Comuni, (guarda il caso della medesima area politica che in Regione oggi chiede di fare presto).

Poiché ad oggi non risultano ancora pervenuti i faldoni dei concessionari in Regione, la medesima non può rilasciare i titoli. Strana coincidenza davvero. Questi giochi politici alle famiglie dei balneari non piacciono. Ma come diciamo sempre: abbiamo buona memoria e sappiamo aspettare le elezioni.

FEDERBALNEARI SARDEGNA OTTIENE L’ALLINEAMENTO DELLE CONCESSIONI DI LA MADDALENA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *